Spettacoli

FRA POCO, TUTTO E' FINITO

Descrizione spettacolo

FRA POCO, TUTTO E’ FINITO

Sono queste scarne parole che chiudono una lettera breve, con la quale un ragazzo di vent’anni prende commiato dalla vita. Non è un romanzo, né un invenzione. Sono parole che stanno scolpite nella storia dell’Europa, perché sono quelle dei “Condannati a morte della Resistenza europea”.

Nel settantesimo anniversario della fine della seconda guerra mondiale, la domanda che sempre più frequentemente ci si pone è quella del valore del tramandare la Memoria, consapevoli come siano che senza Memoria non c’è passato e quindi non c’è presente e, tanto meno, futuro.

Ecco perché, in collaborazione con l’A.N.P.I. del Trentino e con la Provincia autonoma di Trento, abbiamo voluto ricercare sconosciute storie di ragazze, di ragazzi, di uomini e donne, coraggiosi e spaventati, che si sono battuti per un’idea grande di libertà e di pace; quell’idea che permette a noi, oggi, di guardare indietro e di imparare, ammesso che lo si voglia fare, dagli orrori della storia.

“FRA POCO, TUTTO E’ FINITO” è qualcosa di diverso dal racconto storico. E’ un appello “ai liberi ed ai forti”, affinchè la notte della ragione e della paura non abbia a calare più sul nostro orizzonte.

“FRA POCO, TUTTO E’ FINITO” è un allestimento che narra di come in ogni Paese europeo occupato dal nazifascismo non ci furono eroi da pellicola cinematografica, bensì persone normali che dissero ad alata voce: No! Fu un “No” carico di dolore, di paura, di drammi, ma fu quel “No” che, alla fine, vinse.

“FRA POCO, TUTTO E’ FINITO” non è il rituale della retorica, perché non si piega alle commozioni da salotto, ma prova da indagare ed a segnalare come le Resistenze d’Europa furono la culla della democrazia e del sogno, ancor lontano peraltro, dell’unione dei popoli europei.

Il CLUB ARMONIA continua così a raccontare, a tramandare, a cercare nelle pieghe sconosciute della storia del vecchio continente vicende e personaggi ai quali tributare un dovere del ricordo che è monito e stimolo per il domani, soprattutto in un tempo in cui sembra così comodo dimenticare e fingere di non vedere. In scena non ci sono personaggi, ma Nazioni; non ci sono scene d’azione, ma parole che scavano la pietra; non ci sono effetti speciali, ma storie speciali, sconosciute, taciute e, spesso, dimenticate.

“FRA POCO, TUTTO E’ FINITO” debutta a San Michele all’Adige (Sala comunale) sabato 28 novembre, poi replica a Spiazzo Rendena (Teatro) martedì 1 dicembre; a Taio (Auditorium della Biblioteca) mercoledì 2 dicembre; a Tione (Sala comunale) giovedì 3 dicembre; a Cavalese (Sala della Biblioteca) venerdì 4 dicembre ed a Trento (Aula magna del Liceo “G. Prati” via SS. Trinità) venerdì 11 dicembre. Tutti gli spettacoli avranno inizio ad ore 20.30

Ingresso libero e gratuito

Prossime repliche

Non vi sono repliche programmate per il momento.

Attori (in ordine di apparizione)

In ordine di apparizione:

  • Renzo Fracalossi -  IL NARRATORE                   
  • Anita Calliari - LA DANIMARCA
  • Fabrizio Da Trieste - OLUF AXELB KROER         
  • Mariano Degasperi - LA NORVEGIA                       
  • Massimo Nascimbeni - CARL JOHAN OFTEDAL                           
  • Marco Revolti -  IL BELGIO
  • Fabrizio Da Trieste - GUY JACQUES
  • Claudia Furlani - L’OLANDA
  • Massimo Nascimbeni - ARY KOP
  • Barbara Gazzoli - LA FRANCIA
  • Fabrizio Da Trieste - JEAN CAMUS
  • Claudia Furlani - LA BOEMIA
  • Anna Ippolito - ANKA MLEJNIKOVA
  • Mariano Degasperi - LA GRECIA
  • Massimo Nascimbeni - ELEFTHERIOS KIOSSES                            
  • Sara Ghirardi - LA JUGOSLAVIA
  • Fabrizio Da Trieste - RATKO ZARIC
  • Patrizia Dallago - LA POLONIA
  • Anita Calliari - ESTHER SRUL
  • Anna Ipppolito - LA RUSSIA
  • Sara Ghirardi - IRINA MALOZON
  • Marco Revolti - LA GERMANIA
  • Massimo Nascimbeni - HANNO GŰNTHER         

Tecnici e musiche

SCENOGRAFIE E LUCI    

Amos Collini  e Gianni Dorigatti

COSTUMI   

Graziella Depedri

RAMMENTATRICE    

Carla Pedrolli

Regia

Renzo Fracalossi