Blog

Esattamente venticinque anni fa, un gruppo di appassionati Soci della S.O.S.A.T. dava vita ad un'esperienza straordinaria e che verrà, in breve, seguita un pò ovunque in Italia negli anni seguenti.
Colpiti dalla passione per le attività sportive di un gruppo di ragazzi, limitati dall'handicap, quei "Sosatini" decisero di offrire a ragazzi e ragazze, afflitti da diverse forme di impedimento, l'opportunità di andare in montagna. Non su comodi prati o sulle passeggiate pianeggianti, bensì sulle difficoltà delle pendenze, dei dirupi, dei ghiacciai. Incoscienza? Forse. Ma anche enorme amore per la montagna da un lato e per il proprio prossimo svantaggiato dall'altro.
Per un quarto di secolo, ogni settembre la magia di quel modo unico e semplice di stare insieme sentendosi tutti uguali si è ripetuta e si ripete.
Il 15 ottobre di quest'anno quei "Sosatini" di allora hanno pensato di ricordare, con una festa spontanea e senza alcuna presunzione celebrativa, l'iniziativa, un pò folle, di allora, radunando ragazze, ragazzi, famiglie, alpinisti, montanari ed amici della Cooperativa sociale "La Rete" per un momento di ritrovo, di ricordo, ma anche di progetto per il futuro. E così, grazie all'ospitalità degli Alpini di Trento Sud, grande festa collettiva in un pomeriggio d'autunno.
Ma cosa c'entra il Club Armonia?
Proprio gli storici legami con la S.O.S.A.T., hanno suggerito all'Organizzazione dell'evento di contattare il club Armonia, per narrare teatralmente questi lunghi anni; queste bellissime esperienze; questo suono di cuori che battono insieme. Ne è nato un racconto intenso e coinvolgente che il Club Armonia porterà, quale omaggio sincero ed affettuoso, sabato 15 ottobre 2016, nel rione di San Bartolomeo, a tutti i protagonisti di ieri e di oggi di questa fantastica avventura.
Quale titolo? Nessuno! E' impossibile condensare in pochissime parole la gamma delle emozioni e così non sarà un recital, ma un filò, come si usava un tempo per trasmettere la memoria collettiva. Un filò lungo venticinque anni.