Blog

Puntuale, come ormai da tradizione, anche per quest’ appuntamento con la Festa della Liberazione del prossimo 25 aprile, il Club Armonia, in accordo con l’ A.N.P.I. del Trentino e la Regione autonoma Trentino Alto-Adige/ Südtirol, produce un apposto recital teatrale dal titolo: “BEATI I PERSEGUITATI”, che debutterà la sera di venerdi 25 aprile nel Tempio civico di San Lorenzo a Trento con inizio ad ore 20.30 ed ingresso libero.

Dopo aver indagato attorno alla memoria dei Partigiani nelle vallate del Trentino, alle figure di Ora, Veglia, don Narciso Sordo ed al Lager di Bolzano, quest’anno il Club Armonia ha deciso di aprire una delle pagine meno note di quei tormentati anni, ovvero quella della partecipazione dei cattolici alla Resistenza, non solo in Trentino, ma anche in Alto-Adige. La luminosa figura di don Modesto Lunelli, che salva Ziano di Fiemme dall’ira nazista a guerra già finita, esce così dalle pagine redatte da Renzo Fracalossi, per accompagnare il pubblico alla conoscenza di altri sacerdoti e laici attivi nel Movimento resistenziale trentino e sudtirolese, fino ad arrivare all’ esempio di Josef Mayr Nusser ed al rifiuto degli uomini del “Polizei Regiment Bozen” di macchiarsi della rappresaglia per l’attentato di via Rasella.

Accanto alla narrazione, perché il lavoro si dipana appunto come un lungo e variegato racconto curato dall’interpretazione di Marco Revolti, Federica Falagiarda, Alberto Bailoni e Barbara Gazzoli, la musica eseguita rigorosamente dal vivo dal “Quintetto A.N.I.M.azioni” diretto dal M.o Federico Scarfì, che ha anche curato la ricerca e la trascrizione musicale di canti e brani legati, non solo alla Resistenza al nazifascismo, ma anche a tutte le Resistenze che hanno segnato di sé il Novecento.

Lo spettacolo replicherà poi sabato 26 aprile a Salorno, sabato 3 maggio a Calavino, paese natale di don Modesto Lunelli e poi a Mezzolombardo nelle prossime settimane.