Blog

martedi 4 aprile ad ore 20.30, presso la Sede della S.O.S.A.T. in via Malpaga 17 a Trento
Trento ed il Trentino, come altre realtà italiane, vanta una tradizione consolidata per quanto attiene la poesia dialettale. Certo, a differenza di geografie linguistiche e sociali ben più blasonate come quelle venete, lombarde, toscane o napoletane, il mondo trentino si affaccia alla poesia dialettale solo verso la fine del XIX secolo e, soprattutto, nel XX secolo, presentando nomi prevalentemente maschili, come quelli di Carlo Nani, Bepi Mor, Vittorio Felini e poi ancora Marco Pola, Arcadio Borgogno, fino a giungere a Fabrizio Da Trieste, tanto per citare i poeti più prestigiosi.
Ma, anche a Trento, fiorisce una letteratura femminile, sia in lingua come in dialetto, che offre alcuni esempi – fra i quali spicca quello di Nedda Falzolgher – di tutto pregio ed è a questa poesia che il Club Armonia vuole dedicare uno dei suoi tanti “viaggi” dentro le letterature vernacolari, proponendo, per le “Serate culturali della S.O.S.A.T. – 2017”, un appuntamento originale con la poetica dell’altra metà del cielo.
Si tratta di un piacevole itinerario che, dapprima si sviluppa negli ambiti della letteratura nazionale ed europea, per poi giungere fino ai giorni nostri ed alla realtà trentina, con una sorpresa del tutto particolare e che renderà ancora più gradevole questa proposta culturale, che suggella l’antica amicizia associativa fra il Club Armonia e la S.O.S.A.T.
Appuntamento quindi martedi 4 aprile ad ore 20.30, presso la Sede della S.O.S.A.T. in via Malpaga 17 a Trento, con ingresso libero e gratuito.